#iBelieveInWomen: FLORIANA BRIANTI, WEDDING PLANNER DE “IL GHIRIGORO BOTTEGA”

il ghirigoro bottega, valentina crociani, wedding planner, wedding blogger, floriana brianti

Ho conosciuto Floriana Brianti alla scorsa edizione di The Love Affair a Milano, mentre ammiravo lo splendido allestimento del suo stand: l’angolo più fatato dell’intera fiera.
Floriana è una bravissima wedding planner, ideatrice e titolare de Il Ghirigoro Bottega, che si trova a Fidenza, la sua città natale.
Per me è stato un vero piacere incontrarla e conoscerla, e sono felice che abbia accettato questa intervista in cui ha raccontato di lei, del suo lavoro, dei progetti realizzati e di quelli ancora in cantiere.
Mettetevi comode: c’è molto da sognare!

ghirigoro bottega, valentina crociani

Floriana, in cosa consiste il tuo lavoro?
Creo eventi su misura partendo dalla progettazione grafica, fino ad arrivare al vero e proprio allestimento. Chi si rivolge a me vuole un pezzo unico. Per questo, quando incontro i miei clienti parlo con loro, li ascolto, li osservo, cerco di sentirne il sapore, immagino il loro profumo, intuisco il loro colore, interpreto il loro linguaggio e mi impegno per trasformare tutto questo in un progetto di design che attinga dalla corrente solo ciò gli serve, ma senza farsi trascinare e omologare.

Cosa, più di tutto, ti gratifica?
Il momento in cui i miei Sposi mi vedono tra la folla degli invitati e sgattaiolano fino a me con un sorriso enorme e carico di emozione, e mi dicono che sono felici. Questo mi rende orgogliosa: la loro felicità.

Come hai deciso di intraprendere questa attività?
Lo sognavo da sempre, ma non sapevo esattamente cosa volevo fare. Era più un bisogno che un progetto. Sapevo solo che volevo uno spazio mio dove lavorare con le mani, i colori, l’immaginazione.
Volevo uscire al mattino sapendo che sarei andata in un luogo dove sarei stata padrona del mio tempo, responsabile dei miei successi e dei miei fallimenti.
Poi, come spesso capita, l’Universo mi ha dato indicazioni precise, e dal momento in cui ho detto “ci sto”, tutti i tasselli del mosaico sono andati al loro posto e il disegno è diventato chiaro. In Italia nel 2010 stavano nascendo i primi angoli di indie craft. Sapevo che era la soluzione perfetta per me: un negozio di artigianato indie e, contemporaneamente, una bottega artigianale. È iniziata proprio da qui, quasi per caso, la storia dei matrimoni.
Un giorno una bella coppia di fidanzati è entrata in bottega e mi ha chiesto “Lo riesci a fare un matrimonio dove gli ospiti quando arrivano si sentano come noi quando entriamo al Ghirigoro?”.
Io, ovviamente, ho subito raccolto la sfida, poi – lo dico senza giri di parole – me la sono fatta sotto per mesi fino al fatidico giorno, in cui tutto – alla fine – è andato come speravamo. È stata una di quelle fatiche che ricordo con assoluta lucidità e un sorriso di soddisfazione.
Poi i matrimoni sono diventati davvero tanti, così abbiamo scelto di chiudere il negozio, perché non riuscivamo più a portare avanti entrambi nella dovuta maniera. Il resto della storia è sotto i vostri occhi.

Dove trovi ispirazione per ciò che fai?
Mi definisco “avida lettrice e grande collezionista di meraviglie”: amo tutto ciò che è originale, autenticamente bello, unico; mi piacciono i materiali veri e non prodotti in serie.
Adoro soprattutto i fiori, i colori e la natura. Mi nutro di bellezza, cercando di scovarne tratti in tutto ciò che mi circonda, come mi consigliava la mia insegnante di disegno al liceo.
Diceva sempre di guardare, e di riempirsi di bellezza, arte e poesia, perché restano, e ritornano quando ne abbiamo bisogno.
Col tempo, mi sono accorta che è davvero così che funziona.

valentina crociani, il ghirigoro bottega, floriana brianti, wedding planner, wedding blogger


Quale grande obiettivo hai raggiunto e come lo hai ottenuto?
Aprire Il Ghirigoro, perché mi sono dovuta mettere in gioco ad un livello molto intimo e personale.
Mi sono presa la responsabilità di fallire, consapevole del fatto che molti erano certi che sarebbe successo. Non è stata una scelta semplice né serena.
Ho veramente fatto fatica ad osare un volo così ampio fuori dalla gabbia delle convenzioni, e lo dimostra il fatto che le dita di una mano bastano ad accarezzare il ricordo di chi ha creduto in questo progetto e mi ha sostenuta.
La notte prima dell’inaugurazione, in negozio, con tende chiuse e luci basse, stavo sistemando gli ultimi dettagli quando ho realizzato davvero che il giorno seguente avrei aperto le porte della mia bottega e della mia anima ad altre persone, lasciandole entrare e giudicare.
Per me è stato estremamente difficile accettare il rischio di non piacere e di fallire, cosa che si può comodamente evitare non facendo nulla e restando nella propria zona di comfort.
Per questo, ora, sono particolarmente felice ed orgogliosa della mia scelta.

E l’errore più grande? Come l’hai superato e cosa hai imparato?
Si riassume così: “Deadline is the best motivation”, ed io non ho ancora imparato a farci i conti come dovrei.

Quali competenze e quali aspetti attitudinali ritieni siano necessari per fare bene il tuo lavoro?
È indispensabile essere creativi, che per me significa saper cogliere il potenziale delle cose e delle situazioni.
È inoltre fondamentale avere molta energia, soprattutto nei mesi estivi in cui il numero di matrimoni si moltiplica a dismisura: serve veramente molta forza – fisica e psicologica – per dare sempre il massimo.
Le altre caratteristiche credo spostino semplicemente l’ago della bilancia da “più o meno bravo”.

Che consiglio daresti a chi vorrebbe intraprendere la tua stessa professione?
Lo stesso che ripeto sempre me stessa: cerca di essere originale.
Prendi ispirazione, studia, osserva, ma non arrenderti all’omologazione.
Sii te stessa, diversa e unica. Abbi il coraggio di fare la differenza. E tieni d’occhio i conti.

Cosa ti ha insegnato questo lavoro?
Diciamo che mi ha aiutata a formalizzare i miei talenti, trasformandoli in competenze.

Come ti vedi fra cinque anni?
Tra cinque anni avrò 43 anni.
Sarò più in forma di adesso, amerò ancora di più Alessandro, starò ultimando il mio libro, avrò creato la mia linea di accessori in tessuto e ceramica.
Farò più passeggiate, andrò più spesso a nuotare, avrò visitato il parco di Harry Potter ad Hollywood e avrò fatto il giro dei castelli della Scozia.
Avrò un nipote maggiorenne ed una nipotina adolescente.
Avrò più rughe, meno insicurezze e il Ghirigoro sarà cresciuto con me, perché ce l’ho sulla pelle.

ghirigoro bottega, valentina crociani

ghirigoro bottega, valentina crociani

A cosa hai rinunciato per il lavoro?
Sinceramente? A tutto e a niente.
Non ho rinunciato, ho scelto.
Ho lasciato sicurezze che mi creavano angoscia per incertezze che mi creano solo un po’ di preoccupazioni.
Lavoro tante, tante ore e non sono ripagata nemmeno per la metà.
Ne sono consapevole, ma prima lavoravo la metà e mi pesava il quadruplo. Finché sarò soddisfatta di quello che faccio non mi soffermerò sulle rinunce.
Perché non è saggio, a meno che non sia funzionale al miglioramento.

E per la famiglia?
La mia famiglia siamo io, Alessandro e la Blu, il nostro cane. Noi tre ci gestiamo benone: siamo capaci di rigenerarci con un pomeriggio di libertà rubata, un pic nic improvvisato in salotto, una cena a lume di candela sul nostro minuscolo balcone.
Ci vogliamo veramente molto bene e questo rende tutto quello che abbiamo sempre molto speciale, anche se può sembrare poco. Ma l’essenziale, si sa, è invisibile agli occhi.
Quindi non mi pare di avere rinunciato a nulla: mi seguono quando riescono, altrimenti mi aspettano a casa, ed io faccio lo stesso con loro. Onestamente, mi rendo però conto che il fatto di non avere figli fa la differenza.
Elisa, la ragazza che lavora con me, fa enormi sacrifici per conciliare l’essere mamma di due favolosi bimbi ed insieme libera professionista, occupata spesso anche nei week end.
Paragonata alla sua, la mia vita mi pare semplice.

ghirigoro bottega, valentina crociani

ghirigoro bottega, valentina crociani

Avere successo è…
Fare ciò che si ama guadagnando abbastanza da essere indipendenti e realizzati.

Mettersi in gioco è…
Imparare sempre e comunque, modificandosi profondamente, ma con coerenza.
Cadere, rialzarsi, capire dove si è inciampato, analizzare gli insuccessi e i punti critici per volare sempre più in alto, più potenti, liberi e forti.

Come ti vuoi bene?
Leggo, mangio e mi lascio sempre la possibilità di cambiare idea. Accetto di essere quella che sono.

Oggi, cosa diresti alla Floriana di 20 anni?
Viaggia. Da sola e a lungo. Impara ad essere la tua migliore amica.
Quando tornerai non avrai così bisogno degli altri, ma ne avrai molta voglia.

E a una giovane donna di 20 anni?
Viaggia. Da sola. A lungo.

ghirigoro bottega, valentina crociani

      • Luogo di nascita: Fidenza (Parma).
      • Classe: 1978.
      • Segno zodiacale: Pesci ascendente Bilancia.
      • Tre aggettivi che ti rappresentano: Creativa, perfezionista, romantica.
      • La citazione che ti rappresenta: “Combatto con quello che ho. Combatto per vincere”. La pronuncia il Capitano Rankstrail nel romanzo di Silvana De mari “L’ultimo Orco”.
      • Il miglior consiglio ricevuto: “Stai alla larga dal potere”.
      • Il libro importante: “L’ultimo orco” di Silvana De Mari.
      • La coccola irrinunciabile: Il vino.
      • Una donna con cui vorresti andare a cena e perché: La blogger Rossella Romito, perché ho la sensazione che siamo grandi amiche ma non abbiamo ancora avuto il modo di frequentarci.

Photo credits: Infraordinario Studio.
Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported.

Valentina Crociani

Wedding blogger e giornalista. Celebro storie belle e condivido ispirazioni su matrimoni e lifestyle.

RELATED POSTS

2 Comments

  1. Rispondi

    floriana

    16/02/2016

    Amo essere parte di progetti al femminile. Grazie per questa opportunità.

    • Rispondi

      Valentina Crociani

      17/02/2016

      Sono io che ti ringrazio, Floriana!!
      Spunti bellissimi e storia molto emozionante!
      Alla prossima 😉
      Valentina

LEAVE A COMMENT

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy