#iBelieveInWomen: LUCIA BORIOSI, wedding planner di “Confetti a Colazione”

Lucia Boriosi è la wedding & event planner di Confetti a Colazione, azienda nata dalla sua passione per i dettagli e dall’esperienza maturata dopo tanti anni nel mondo degli eventi aziendali.
Ci siamo conosciute alla scorsa edizione di The Love Affair e il suo stile raffinato e l’ eleganza sobria dei suoi allestimenti mi hanno subito colpita.
Ecco la sua storia di scommesse, consigli e soddisfazioni!

*****

Lucia, in cosa consiste il tuo lavoro?
Sono una wedding & event planner.
Ogni piccolo o grande evento è un’occasione speciale da ricordare e la mia missione è aiutare i miei clienti a creare momenti indimenticabili.
Supporto la coppia nell’organizzazione del loro grande giorno affinché sia unico e “su misura”, con un intenso lavoro di pianificazione e senza mai dimenticare di cercare sempre la bellezza in tutto quello che faccio.
Mi piace soprattutto pensare che il mio lavoro consista, alla fine, nel far sorridere le persone.

Come è iniziata questa avventura e come sei arrivata fino a qui?
Ho iniziato a lavorare nell’organizzazione eventi nel 2006, prima in agenzie poi come consulente freelance.
Ho avuto modo di conoscere e studiare questo mondo da ogni punto di vista: da semplice hostess fino a grandi realtà aziendali.
Ho fatto bagaglio prezioso di tutto quello che ho imparato fino a che mi sono chiesta: “Come posso utilizzare questo bottino?”.
Mi sono quindi avvicinata ad un settore dove la progettazione, le mie capacità organizzative e creative potessero essere utili a creare qualcosa di bello e unico.
Così sono passata dai grandi eventi aziendali ai grandi eventi d’amore.

Il tuo lavoro in tre aggettivi.
Complicato, delicato e – allo stesso tempo – bellissimo.
Un po’ come ogni matrimonio, in fondo 😉
lucia boriosi, confetti a colazione, valentina crociani, wedding planner italia, wedding blogger italia, idee matrimonio italia, the love affair, il mondo creativo

Cosa, più di tutto, ti gratifica?
Uno dei momenti che preferisco è sicuramente quella mezzora che passa dal termine degli allestimenti all’arrivo degli invitati.
Il lavoro di mesi, tutto quello che prima era solo un’idea o un disegno, si concretizza in qualcosa di reale che da lì a breve prenderà vita.
C’è silenzio e attesa e io mi godo intensamente quell’attimo.
Ma il meglio arriva alla fine, quando gli sposi vengono da me e mi dicono: “E’ stato un giorno che non dimenticheremo mai, anche grazie a te”.
Ecco, questa frase non la batte nessuno.

Cosa ti ha spinta ad intraprendere questa avventura?
Quello degli eventi è un ambiente molto affascinante ma anche ingrato: ritmi frenetici e, talvolta, poca gratificazione.
Quando lavori ad un evento sei la pedina di un grande team e questo ti insegna sicuramente a lavorare in squadra e comprendere meglio ogni piccola dinamica.
Più andavo avanti però, più sentivo il bisogno di qualcosa di mio: esprimere me stessa era diventata una vera e propria urgenza.

Quale grande obiettivo hai raggiunto e come lo hai ottenuto?
Ho capito dopo che il mio più grande risultato è stato iniziare.
Ho sempre lavorato come dipendente o consulente, e al momento di intraprendere questo percorso avevo ricevuto diverse offerte lavorative molto interessanti.
Il temuto bivio: scelgo la sicurezza di un lavoro ben pagato e di prestigio o mi butto in quest’avventura da sola?
E’ stato sicuramente il salto più difficile ma di cui vado più fiera.

E l’errore più grande? Come l’hai superato e cosa hai imparato?
Non uno grande, direi tanti piccoli.
L’importante è non esagerare con l’autocritica per rialzarsi velocemente e saper analizzare le cause in modo distaccato: se riesci a non ripeterlo e se hai imparato qualcosa, il tuo errore non potrà che diventare, in realtà, un prezioso vantaggio.

Che consiglio dai a chi vorrebbe intraprendere la tua stessa professione?
Saper fare i fiocchetti o aver organizzato il matrimonio dell’amica non basta: il mio è un lavoro meraviglioso ma, a volte, estenuante.
Inoltre, richiede un’ ottima resistenza allo stress oltre che doti di problem solving. Quindi sì ai corsi di formazione ma anche tanta, tanta esperienza sul campo, anche come hostess: è un ottimo punto di osservazione!

Come ti vedi tra cinque anni?
Cerco sempre di non immaginarmi a “lungo termine”.
Mi aiuta a diminuire le aspettative e a cogliere quello che di bello può accadere ogni giorno.
Se scoprissi di avere ereditato una libreria in Svezia da un lontano e sconosciuto parente probabilmente partirei!

Hai rinunciato a qualcosa per il lavoro?
Si rinuncia sempre a qualcosa, ma ogni rinuncia è una scelta, quindi più che rinunciare ho scelto.

E per la famiglia?
La famiglia, al contrario, è sempre un’ottima ragione per rinunciare a qualcosa!

Avere successo è…
Riconoscersi nella persona che si è sempre desiderato essere.

Mettersi in gioco è…
Non cercare di controllarne le regole.

Oggi, cosa diresti alla Lucia di 20 anni?
A 20 anni mi stavo diplomando ballerina professionista, per cui le direi: “Questo non te lo immaginavi, eh?”.

E a una giovane donna di 20 anni?
Di coltivare l’ambizione non dimenticandosi mai umiltà e gentilezza.
lucia boriosi, confetti a colazione, valentina crociani, wedding planner italia, wedding blogger italia, idee matrimonio italia, the love affair, il mondo creativo


IDENTIKIT: Lucia Boriosi

  • Luogo di nascita: Sansepolcro, in provincia di Arezzo.
  • Classe: 1984
  • Segno zodiacale: Capricorno
  • Tre aggettivi che ti rappresentano: Tenace , riflessiva e, ahimè, perfezionista
  • La citazione che ti rappresenta: “Once upon a time you were a little girl with big dreams that you promised you’d make real one day. Don’t disappoint yourself”.
  • Il miglior consiglio ricevuto: “Ogni tanto ricordati di prenderti del tempo solo per te”.
  • Il libro importante: “Felicità” di Will Ferguson. Consigliato da un’amica e riletto più volte: per non prendere la vita (e se stessi) troppo sul serio
  • La coccola irrinunciabile: Una grande tazza di caffè americano al mattino, con tanto zucchero, a letto.
  • Una donna con cui vorresti andare a cena e perché: Alda Merini, una donna che non ha bisogno di perché.

Foto di copertina: Fabrizio Viganò.
Foto 1: Sara D’Ambra Photography.
Foto 2: Fabrizio Viganò.
Foto 3: Sara D’Ambra Photography.

Info: www.confettiacolazione.com

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Unported.

Valentina Crociani

Wedding blogger e giornalista. Celebro storie belle e condivido ispirazioni su matrimoni e lifestyle.

RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy